Educazione motoria e lateralizzazione: il binomio perfetto per apprendere. Un progetto di ricerca nella scuola primaria

Manuela Valentini, Alice Gasparri, Francesco Lucertini

Abstract


In questo studio è stato indagato, nella scuola primaria, l’effetto di un intervento di educazione motoria mirato allo sviluppo dei pre-requisiti delle capacità di letto-scrittura.
Due classi prime sono state assegnate, rispettivamente, ad un gruppo di controllo, che effettuava lezioni di attività motoria (1 ora, 2 volte a settimana per tutto l’anno scolastico) con contenuti standard, e ad un gruppo sperimentale, che effettuava lo stesso monte ore di lezione con i medesimi contenuti, ma dedicava parte delle ore ad un intervento sperimentale di attività motoria appositamente ideato per il miglioramento dei pre-requisiti della letto-scrittura. Prima e dopo la sperimentazione i bambini di entrambe le classi sono stati sottoposti a valutazione delle capacità di letto-scrittura (SD1), delle abilità di locomozione e controllo oggetti (TGM), e della dominanza laterale. I risultati
sono stati confrontati con test non parametrici per campioni indipendenti (raffronto inter-gruppo dei valori dei pre-test e delle variazioni nel corso dell’anno scolastico) e per campioni dipendenti (raffronti intra-gruppo della variazione tra i valori pre- e post-test).
I risultati evidenziano un miglioramento significativamente maggiore di SD1 e dei TGM nel gruppo di controllo rispetto al gruppo sperimentale ed incrementi significativi della dominanza laterale in entrambi i gruppi. In conclusione, l’attività motoria migliora significativamente l’apprendimento dei prerequisiti per la letto-scrittura.


Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.