Difficoltà di apprendimento: il ruolo dell’attività motoria finalizzata

Autori

  • Daniele Lodi
  • Giovanni Seghi
  • Massimo Barbieri
  • Nicola Lovecchio

Abstract

La forma di numeri e lettere, la loro successione da sinistra a destra che struttura parole e frasi, la memorizzazione del tracciato dei diversi caratteri, la coordinazione della muscolatura oculare utilizzata negli atti dello scrivere e del leggere sono tutti elementi di qualità motoria e sequenziale che l’individuo deve automatizzare per affrontare il compito di apprendere.
La scarsa efficienza di alcune delle funzioni chiave della motricità, come la lateralizzazione e la coordinazione oculo manuale, incide pesantemente nell’organizzazione delle procedure della letto-scrittura e del calcolo. Il nostro studio si pone lo scopo di esemplificare come l’abilitazione coordinativa possa attenuare significativamente i DSA attraverso interventi di motricità finalizzata. Il movimento umano inteso come “atto in funzione di uno scopo” e proposto con una didattica protetta e di gruppo si è dimostrata essere in grado di
ripristinare una viabilità neuro motoria più funzionale a raggiungere il successo nelle pratiche scolastiche.

##submission.downloads##

Pubblicato

2018-12-11

Fascicolo

Sezione

Articoli