Educazione motoria e ambientale: legislazione e sviluppi nella Scuola

Autori

  • Ario Federici
  • Luca Federici

DOI:

https://doi.org/10.7346/-fei-XIX-02-21_38

Abstract

In questo lavoro si prende in considerazione l’attività motoria in ambientale naturale, la sua efficacia per un corretto stile di vita; formazione e educazione, per uno sviluppo sostenibile dell’essere umano. Il filo conduttore è rappresentato dalla visione olistica e plurisistemica, che collega l’uomo al- l’ambiente con contenuti e percorsi interdisciplinari coordinati tra loro. Un’educazione ambientale che vede la scuola protagonista attraverso il movimento nell’acquisizione di valori, attitudini, esperienze con consapevolezza ed attenzione verso l’ambiente. Una scuola attiva con fini educativi ove è preminente il movimento nelle sue diverse forme, integrato con attività interdisciplinari di ricerca, osservazione, studio, esplorazione e scoperta dei fenomeni naturali. Al fine di comprenderne l’evoluzione in Italia, è stato utile inquadrare il problema in un ampio spazio storico e legislativo tentando un approccio e collegamento epistemologico onde ricercare una giusta sequenza metodologica e didattica di questo interessante binomio non solo culturalmente ma come autentico stile di vita.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-07-27

Fascicolo

Sezione

Articoli