Images of childhood in Comparison: Between Divergent Thinking and Technological Thought

Authors

DOI:

https://doi.org/10.7346/-fei-XX-01-22_46

Keywords:

Childhood, Education, Creativity, Technology, Epistemology

Abstract

Gianni Rodari gave us an ideology of childhood that revolutionized the way we interpret its experiences and with them the educational proposals. The category of Fantasy has become a lens through which to read a world that, for the first time, appeared fabulous, incorrupt, creative and, above all, competent. On the other hand, and in stark contrast, the adult pan-paedagogism turned out to be boring, reactionary, moralistic and even harmful. The Rodarian utopia begins to fade already in the 1980s when the educational but also economic values of technological pragmatism (Bini G., 2000) are imposed. These reflections try to compare that image of childhood with the one we see today in the school, among the gears of technology, in the reverent attitude that adults give to digital natives. The investigation has an interpretative nature and follows a qualitative approach while making use of the quantitative contributions of previous research conducted on the subject.

References

Anichini, A., & Bartolini, R. (2018). Nuove tecnologie e bambini tra credenze e ricerca. In C. Di Bari & A. Mariani (a cura di). Media Education 0-6. Le tecnologie digitali nella prima infanzia tra critica e creatività (pp. 87-100), Roma: Anicia.

Antonietti, A. (2011). La creatività si impara. Milano: Giunti.

Argilli, M. (1990). Gianni Rodari. Torino: Einaudi.

Asor Rosa, A. (1993). Gianni Rodari e le provocazioni della fantasia, in Le provocazioni della fantasia, AA.VV. Roma: Editori Riuniti.

Bini G. (2000). Gianni Rodari vent’anni dopo. Insegnare, 3. Boero, P. e De Luca, C. (1995). La letteratura per l’infanzia. Roma-Bari, Laterza.

Boero, P. (2000). Per Rodari. Insegnare, 3.

Boero, P. (1992). Una storia tante storie. Guida all’opera di Rodari. Torino: Einaudi.

Brito, R. (2016). «Who Taught You How To Play? », «i Did!»: Digital Practices and Skills of Children Under 6. Media Education – Studi, ricerche, buone pratiche, 7(2), 281-302. Bruner, J. (1971). Prime fasi dello sviluppo cognitivo (1968). Roma: Armando.

Califano, F. (1998). Lo specchio fantastico. Trieste: EL.

Cambi, F. (2002). Collodi, De Amicis, Rodari: tre immagini d’infanzia. Bari: Dedalo.

Catarsi, E., (a cura di) (2002). Gianni Rodari e La letteratura per l’Infanzia. Pisa: Edizioni Del Cerro.

De Luca, C. (1991). (a cura di), Gianni Rodari. La gaia scienza della fantasia. Catanzaro: Abramo.

De Luca, C. (1983). (a cura di), Se la fantasia cavalca con la ragione. Bergamo: Iuvenilia.

De Mauro, T. (1980/1998). “Gianni Rodari: perché è stato tanto ignorato”. L’Unità 16 aprile. Poi 1998 in Prima persona singolare passato prossimo indicativo, 9 –12. Roma: Bulzoni.

Gramigna, A. e Poletti, G. (2016). Un Robot a scuola. Epistemologia ed esperienza. Formazione & Insegnamento, 3, 447-460.

Gramigna, A. (2012). Epistemologia della formazione nel presente tecnocratico. Milano: Unicopli.

Gramigna, A. (2018). RoboticaMente: metacognizione e innovazione nella scuola dei talenti. Formazione & Insegnamento, XVI, 2, 305-320.

Greco, P. (2010). La scienza nell’opera di Gianni Rodari. Milano: Springer.

Jacob, F. (1978). Evoluzione e bricolage. Torino: Einaudi.

Leopardi, G. (2004). Lo zibaldone (1823). Milano: Mondadori.

Malerba, L. (1983). “Introduzione”. In Rodari, G. Favole al telefono. Torino: Einaudi (Letture per la scuola media / 67). V–XI, 1983.

Margiotta, U., (2011). The structure of cognitive modifiability: a new deal for education in the XXI age. In Margiotta, U. (a cura di). The Changing mind, from neural plasticity to cognitive modifiability (pp.317- 353). Lecce-Brescia: Pensa Mutimedia.

Marini, C. (2003). Il fantastico. Frontiera della letteratura per l’infanzia. Urbino: Quattroventi.

Marrone, G. (2002). Storie e generi della letteratura per l’infanzia. Roma: Armando.

Massini, G. (2011). La poetica di Rodari – Utopia del folklore e nonsense. Roma: Carrocci.

Parigi, L., Anichini, A., Bartolini, R. (2018). Per un’immagine di tecnologia: narrazione e approccio agli strumenti digitali nella scuola dell’infanzia. Media Education. Studi e Ricerche, 9. Trento: Erikson.

Rodari G. (1971). Tante storie per giocare. Torino: Einaudi.

Rodari G. (1966). La torta in cielo. Torino: Einaudi.

Rodari G. (1973a). Grammatica della fantasia. Torino: Einaudi.

Rodari G. (1973b). Novelle fatte a macchina. Torino: Einaudi.

Rodari G. (1979). Lettera ai bambini, da “Parole per giocare”. Firenze: Manzuoli.

Rodari G. (1992). Scuola di fantasia, a cura di C. De Luca, introduzione di M. Lodi. Roma: Editori Riuniti.

Rodari G. (1995). I viaggi di Giovannino Perdigiorno (1973). Torino: Einaudi.

Rodari G. (2010). Favole al telefono. (1962 I edizione). Torino: Einaudi.

Rodari G. (2011) Il libro dei perché (1950) . Torino: Einaudi.

Rodari G. (2011). Filastrocche in cielo e in terra (1960 I edizione). Torino: Einaudi.

Rodari G. (2016). A sbagliare le storie. Trieste: Emme.

Published

2022-05-30