Deficit di abilità sociali, motivazione, cooperative learning: nuovi scenari per le prassi didattiche. Analisi e riflessioni su un progetto di ricerca

  • Anna Maria Murdaca Pensa MultiMedia Editore
  • Patrizia Oliva
  • Roberta Martelli

Abstract

Il presente studio si propone di indagare gli effetti positivi del cooperative learning sull’apprendimento
e sull’implementazione di comportamenti interattivi funzionali e di livelli di
motivazione allo studio più autodeterminati in studenti con ADHD. Hanno partecipato alla
ricerca 12 studenti con diagnosi di ADHD inseriti in 6 classi differenti. Alcune classi sono
state assegnate alla condizione di cooperative learning (gruppo CL) altre alla condizione di
istruzione diretta (gruppo di controllo). Sono stati utilizzati il Academic Self-Regulation
Questionnaire, un questionario di apprendimento e l’osservazione in classe per la rilevazione
dei comportamenti di interazione messi in atto durante le attività didattiche. I risultati
della ricerca hanno messo in evidenza l’importanza di impostare e progettare attività didattiche
motivanti e efficienti in termini non soltanto di raggiungimento di obiettivi culturali
quanto piuttosto di implementazione di livelli di motivazione allo studio adeguati e di comportamenti
funzionali allo stare in relazione con gli altri. I risultati della ricerca confermano
la maggiore efficacia del cooperative learning, associato a software didattici, rispetto al metodo
tradizionale utilizzato nel gruppo di controllo.

Pubblicato
2019-07-19
Sezione
Articoli