Il valore della fiaba nel passato e nel presente. La fiaba intesa come creazione originata dal connubio tra profondità dell'anima umana e processi universali

Autori

  • Fausto Finazzi
  • Marta Bonomi

DOI:

https://doi.org/10.7346/-fei-XIX-02-21_28

Abstract

Dopo un breve riferimento alle origini e al ruolo che la fiaba ha svolto nelle società del passato, il presente lavoro intende fare il punto su una particolare interpretazione che può essere data alla fiaba e cioè di strumento utile alla ricerca, nella propria interiorità, di quella consapevolezza dell’esistenza dell’uomo come abitante non solo del pianeta terra ma dell’intero universo, che l’uomo primitivo aveva sviluppato, ma che oggi è andata perduta. Il desiderio, connaturato all’essere umano, soprattutto se giovane, di ascoltare una fiaba, ci porta poi sul piano della relazione maestro-alunno. In particolare, l’analisi si sofferma sul ruolo che la fiaba può adempiere nella didattica delle scuole steineriane e sulla opportunità di ricorrere all’immagine e alla rappresentazione di concetti per la buona riuscita della comunicazione educativa, immagini che possono rivelarsi cariche di forza espressiva. L’immagine che la fiaba può veicolare risulta fondamentale per questo tipo di comunicazione, nel momento in cui agisce da catalizzatore della fantasia del bambino.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-07-27

Fascicolo

Sezione

Articoli