L’azione didattica inclusiva del docente: verso una scuola post Covid-19 equa e sostenibile

Autori

  • Daniela Gulisano

DOI:

https://doi.org/10.7346/-fei-XIX-02-21_23

Abstract

Il lungo cammino che si sta conducendo verso un modello di scuola inclusiva sempre più in grado di accogliere tutti gli allievi, rispondendo alle esigenze diversificate di ciascuno di essi, è stato stimolato ed accompagnato da specifiche disposizioni normative nazionali, oltre che da dichiarazioni di prestigiosi organismi internazionali. In tale prospettiva, un ruolo centrale lo riveste sicuramente il docente, chiamato ad operare in un contesto formativo caratterizzato da profondi mutamenti, accentuati dalla crisi innescata dalla pandemia da Covid-19, che ha richiamato un rinnovamento sostanziale della didattica e dei processi inclusivi e progettuali. In questa nuova prospettiva, con la “speciale normalità” come punto di partenza, ai docenti è richiesto un investimento educativo sempre più capace di innovare e differenziare in modo creativo e flessibile le strategie didattiche, per renderle non solo più adatte all’epoca presente, ma soprattutto significative per le esigenze di ciascuno, con sollecitudine e attenzione costanti alle caratteristiche personali e ai bisogni individuali, affinché possano emergere e maturare i talenti di tutti. A tal fine, in questo contributo l’Autrice analizza gli elementi fondamentali che costituiscono la formazione del docente in prospettiva inclusiva e la sua azione didattica, alla luce dei molteplici cambiamenti che contraddistinguono la scuola del III Millennio.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-07-27

Fascicolo

Sezione

Articoli