L’Educazione Civica come nuovo paradigma nella scuola della complessità post Covid-19

Autori

  • Rossana Sicurello

DOI:

https://doi.org/10.7346/-fei-XIX-02-21_27

Abstract

Nel contributo si presenta l’impatto del Covid-19 sul mondo e, in particolare, sulla scuola unitamente alle misure messe in atto per affrontare una situazione che ha travolto la popolazione scolastica. In accordo con una visione nuova della scuola e dello Stato sociale che devono ridefinirsi per poter svolgere adeguatamente il proprio ruolo, coniugando il volto assistenziale con quello promozionale, viene presentato il contributo che l’insegnamento trasversale dell’Educazione Civica, in quanto nuovo paradigma, può dare alla comunità in termini di sviluppo di resilienza, di competenze e di cambiamento nei comportamenti in un’ottica solidare, cooperativa e responsabile. Nella sua evoluzione nel tempo, l’insegnamento dell’Educazione Civica viene analizzato nell’ambito della cornice della scuola attuale, tra punti di forza e problematicità, come potenziale strumento di riflessione dentro e fuori il contesto scolastico, nel panorama delle criticità in corso. A partire da tali riflessioni, nell’ultima sezione la Philosophy for Children, il Service Learning e il Debate sono individuati come approcci pedagogico- didattici che possono promuovere l’azione civica e i valori civici/democratici nei contesti educativi scolastici ed extra scolastici.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-07-27

Fascicolo

Sezione

Articoli