• Formazione & insegnamento

    ISSN: 2279-7505 (online), 1973-4778 (stampa)


    Registrazione del Tribunale di Venezia N° 1439 del 11/02/2003


    Rivista di classe "A" nei Settori concorsuali "11/D1" e "11/D2" (Pedagogia generale, Storia della pedagogia; Didattica, Pedagogia speciale e Ricerca educativa) dell'Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca. 


    Formazione & insegnamento è una Rivista Open Access che pubblica ricerche afferenti alle regioni educativo-formative, concentrandosi sull'educazione continua, le policy educative in un contesto europeo e globale, la didattica e l'insegnamento.


    La rivista è stata fondata nel 2003 dal Prof. Umberto Margiotta, che la volle come strumento fondamentale di comunicazione della ricerca e dispositivo di disseminazione dei temi di ricerca emergenti. È un organo di libero confronto e diffusione delle idee scientifiche, con l'obiettivo di contribuire alla crescita culturale e interdisciplinare del settore.


    A seguito dell'internazionalizzazione della ricerca pedagogica italiana, la rivista ha avviato dibattiti sull'inclusione, globalizzazione, lifelong learning, giustizia sociale, sostenibilità e talenti come basi per promuovere la leadership educativa per la trasformazione della società contemporanea.


    La rivista è destinata a un pubblico accademico interessato a formazione, apprendimento, didattica ed educazione. Accoglie contributi da parte di tutti i professionisti (educatori, insegnanti, ricercatori e studiosi) che raggiungono i più elevati standard di ricerca nei loro rispettivi settori.


    I numeri di Formazione & insegnamento sono pubblicati con cadenza quadrimestrale. Ulteriori numeri speciali sono pubblicati nel corso dell'anno. Ogni numero è riservato a un tema specifico, con una call for papers dedicata. È sempre presente una sezione generale per pubblicare contributi liberi.

  • Effetti di lettura

    Effetti di lettura è una rivista scientifica peer-reviewed open access semestrale che accoglie studi e ricerche su tematiche attinenti alla lettura e alla lettura ad alta voce. La rivista presenta un taglio multidisciplinare, interdisciplinare e transdisciplinare e si offre come spazio di dialogo per ricercatori e professionisti impegnati nello studio dei processi e delle pratiche legate alla lettura. Accoglie studi sperimentali, studi empirici, reviews, recensioni, rassegne, ricerche storiche e letterarie e anche studi teorici di rilievo che abbiano come focus la lettura e la lettura ad alta voce.

  • GIORNALE ITALIANO DELLA RICERCA EDUCATIVA

    Il Giornale Italiano della Ricerca Educativa, organo ufficiale della Società Italiana di Ricerca Didattica (SIRD), è una rivista scientifica peer-reviewed. Esso è dedicato alle metodologie della ricerca educativa e didattica e alla ricerca valutativa in educazione.


    Le aree di ricerca riguardano: lo sviluppo dei curricoli, la formazione degli insegnanti, l’istruzione scolastica, universitaria e professionale, l’organizzazione e progettazione didattica, le tecnologie educative e l’e-learning, le didattiche disciplinari, la didattica per l’educazione inclusiva, le metodologie per la formazione continua, la docimologia, la valutazione e la certificazione delle competenze, la valutazione dei processi formativi, la valutazione e qualità dei sistemi formativi.


    Il Giornale Italiano della Ricerca Educativa è classificato tra le riviste pedagogiche di “Fascia A" per l'Area Scientifico Disciplinare 11 (Scienze storiche, filosofiche, pedagogiche e psicologiche) dell'Agenzia Nazionale di Valutazione del sistema Universitario e della Ricerca (ANVUR).
    La rivista esce con cadenza semestrale (due numeri all’anno) in giugno e dicembre.

  • PAMPAEDIA - BOLLETTINO As.Pe.I

    L’Associazione Pedagogica Italiana (As.Pe.I.) è una delle più antiche e prestigiose associazioni pedagogiche e culturali italiane. È stata fondata a Firenze negli anni Cinquanta da Giovanni Calò, insigne pedagogista del tempo. Da allora l’As.Pe.I. annovera tra i suoi soci studiosi di fama nazionale e internazionale. 

  • ITALIAN JOURNAL OF SPECIAL EDUCATION FOR INCLUSION

    ISSN: 2282-6041


    L’Italian Journal of Special Education for Inclusion si propone come strumento di riflessione scientifica di una società pedagogica che indirizza le sue attenzioni sulla pedagogia speciale e sulla didattica speciale. Scopi principali della SIPeS: promuovere la ricerca nel campo della pedagogia speciale e diffonderne i risultati; valorizzare le buone prassi educative, didattiche e formative che favoriscono il pieno sviluppo e i processi d’integrazione e di educazione inclusiva delle persone con bisogni educativi speciali; sollecitare a prendere coscienza dei bisogni delle persone con esigenze educative speciali e assumere decisioni conseguenti; promuovere la formazione e la ricerca nell’ambito della cooperazione internazionale.

  • PEDAGOGIA OGGI

    ISSN: 2611-6561


    Pedagogia Oggi è la rivista scientifica della SIPed – Società Italiana di Pedagogia e si propone come spazio per la pubblicazione dei contributi che intercettano i temi emergenti nel panorama degli studi nazionali ed internazionali riferiti ai diversi ambiti scientifico-disciplinari in cui si articola la ricerca pedagogica. Pedagogia Generale e Sociale, Storia della pedagogia, Didattica e Pedagogia Speciale, Pedagogia Sperimentale, Metodi e Didattiche delle Attività Motorie e Sportive.

  • STUDIUM EDUCATIONIS - Rivista semestrale per le professioni educative

    ISSN: 2035-844X


    La rivista ospita ricerche e studi pedagogici di natura teorica, empirica, progettuale, esperienziale, relativi sia ai temi ricorrenti e attuali nel dibattito scientifico nazionale e internazionale, sia alle questioni emergenti e inedite provenienti dalle pratiche educative e dall’ambiente sociale. L’ambito privilegiato riguarda l’ampio spettro delle linee di ricerca afferenti al campo di studi della pedagogia generale e sociale, in dialogo con gli altri domini pedagogici e con le scienze umane, sociali e della vita. La rivista si rivolge al mondo accademico, al mondo della scuola, delle professioni educative e formative, delle istituzioni, dei servizi alla persona, dei decisori politici.

  • RASSEGNA ITALIANA DI CRIMINOLOGIA

    ISSN: 2240-8053


    La Rassegna Italiana di Criminologia è, sin dal 1970, l’organo ufficiale della Società Italiana di Criminologia Società Italiana di Criminologia. Fondata dal Professor Giacomo Canepa, rappresenta uno dei più antichi e qualificati fogli di approfondimento scientifico su temi criminologici nel nostro Paese. La rivista pubblica studi e risultati di ricerche di Criminologia Clinica, Psicologia e Psichiatria forense, Sociologia della devianza, Politica criminale. Gli articoli sono selezionati da revisori anonimi. La Rassegna Italiana di Criminologia pubblica di preferenza articoli di ricerca ma accetta volentieri review di letteratura, case report di particolare interesse, note a sentenza, analisi su fenomeni criminali, riflessioni su teorie applicabili agli studi sulla criminalità.

  • Eternity & Contradiction Journal of Fundamental Ontology

    ISSN: 2612-7571


    The journal Eternity and Contradiction is a platform for discussing the central themes of the philosophical thought, especially the one concerning the “truth” about what is known and what is wanted by humans. This theme remains the fundamental one despite those perspectives that intend to obscure it or to prove its irrelevance; and, paradoxically, the fundamental nature of the theme is largely due to the presence of these perspectives.

  • PER LEGGERE

    ISSN: 2279-7513


    Fondata nel 2001 e attualmente diretta da Isabella Becherucci, Simone Giusti, Francesca Latini, Giuseppe Marrani e Natascia Tonelli, “Per leggere” si distingue nell’ospitare letture di testi, commenti e edizioni critiche. La direzione ha mantenuto nel tempo questa attitudine all’esegesi, pratica rivolta a ogni genere letterario, in continuità con un metodo storico-filologico applicato alla poesia così come alla prosa, senza limiti cronologici. Le opere sottoposte a studi interpretativi coprono il più ampio arco temporale, dalle Origini alla contemporaneità (a cui è riservato un interesse particolare); al centro dell’indagine vi sono spesso testi esemplari di grandi autori presenti nel canone scolastico, talvolta opere inedite e rare. La rivista persegue questa linea di condotta nella convinzione che ogni forma di scrittura debba essere affrontata a partire da un’analisi intrinseca al testo, al suo significato e alle sue forme espressive: lingua, metro, stile. A questa idea la rivista affianca la consapevolezza di una necessità attualmente sempre più impellente di dover offrire ai potenziali fruitori della nostra letteratura, non di necessità attrezzati a ‘leggere’, percorsi, prassi e strumenti di interpretazione. Questa è la linea esclusiva e originale del periodico, per la quale “Per leggere” si distingue nell’ampio panorama delle riviste di italianistica. La rivista promuove e segue dibattiti intorno all’attività didattica nella scuola e nell’Università, così come dedica particolare attenzione a convegni e seminari su tecniche e procedure del commento ai testi. Il comitato scientifico e la doppia lettura in cieco a cui viene sottoposto ogni articolo presentato alla rivista garantiscono la validità dei contributi accolti.

  • IAT Journal

    ISSN 2421-6119
    IAT Journal nasce su iniziativa dell’IAT, Istituto di Analisi Transazionale e Centro Studi e Ricerche per l’integrazione in Psicoterapia, Psichiatria, Consulenza psico-socio-psico pedagogica e organizzativa.
    L’IAT persegue i seguenti scopi:
    • diffondere l’applicazione integrata dell’Analisi Transazionale nei quattro campi che la caratterizzano: Clinico, Counselling, Organizzativo, Educativo;
    • garantire la conformità agli standard di formazione e di certificazione internazionale degli Analisti Transazionali riconosciuti e alla cultura associativa dall’EATA (European Association for Transactional Analysis) e dall’ITAA (International Transactional Analysis Association);
    • sostenere e promuovere l’aggiornamento, la formazione continua e la ricerca per l’evoluzione dei percorsi professionali degli Analisti Transazionali certificati (CTA), dei Supervisori e Didatti in formazione (PTSTA) e dei Didatti (TSTA);
    • creare occasioni nazionali e internazionali di confronto e scambio nell’evoluzione scientifica, professionale, socio culturale in una prospettiva interculturale e interassociativa