Fare scuola a distanza? Per una riflessione politico-pedagogica

Autori

  • Andrea Cengia Pensamultimedia
  • Sara Magaraggia

DOI:

https://doi.org/10.7346/SE-032020-08

Abstract

L’articolo propone una riflessione teorica sul rapporto tra scuola, democrazia e utilizzo delle tecnologie digitali per la didattica. Osservando il ruolo della didattica a distanza durante la recente pandemia da Covid-19, il testo indaga l’impatto delle nuove tecnologie, la loro forza antropopoietica e le ripercussioni sul senso pedagogico e politico dell’istituzione scolastica. Le conclusioni invitano a considerare l’impatto non neutrale della tecnologia, nello specifico nella costruzione dell’esperienza comunitaria, considerando quest’ultima quale spazio pubblico indispensabile per la formazione di esistenze singolari-plurali capaci di immaginare modi inediti di vivere in comune.

##submission.downloads##

Pubblicato

2020-12-14

Fascicolo

Sezione

FOCUS - Pensare la didattica oltre la pandemia