Il potere trasformativo del silenzio come matrice di dialogo tra pensiero, parola e azione

Autori

  • Rita Casadei

DOI:

https://doi.org/10.7346/SE-012021-11

Abstract

Questo contributo intende riflettere sul valore del silenzio come condizione di un pensare-sentire critico, creativo, estetico, contemplativo e come matrice di un ascolto capace e accogliente di una visione rinnovata di sè e del mondo, non assoggettata all'abitudine. La domanda che muove questa mia riflessione è¨: "verso quale fine promuovere esercizio del pensiero, dell'espressione e della comunicazione?". Alla radice di tale domanda si situa la considerazione di come sia necessario educare alla consapevolezza del movimento del proprio pensiero - e non focalizzarsi solo sui suoi contenuti - e alla consapevolezza del corpo delle parole, per cui il discorso diventa un vero e proprio gesto creativo ed efficace.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-06-28

Fascicolo

Sezione

FOCUS: Dibattere con gli altri e con se stessi