L’educazione “a distanza”. Un’esperienza a sostegno del cambiamento formativo di educatrici e insegnanti dei contesti “zerosei”

Autori

  • Lilia Bottigli Pensamultimedia
  • Elena Falaschi

DOI:

https://doi.org/10.7346/SE-032020-13

Abstract

Partendo da un’analisi della condizione infantile nel periodo pandemico, alla luce dell’attuale dibattito pedagogico e del più recente quadro ordinamentale, il presente contributo intende offrire una riflessione in merito al necessario, inevitabile cambiamento che ha coinvolto le educatrici e le insegnanti dei servizi comunali “zerosei” di Livorno nel periodo del lockdown. Per promuovere i processi di resilienza a sostegno dell’evoluzione professionale, è stato realizzato uno specifico percorso di accompagnamento formativo. L’analisi qualitativa delle testimonianze raccolte – circa i vissuti personali e professionali delle educatrici e delle insegnanti – ha permesso di individuare e restituire cinque significativi ambiti di riflessione per ri-pensare l’educazione e la formazione durante e oltre la pandemia.

##submission.downloads##

Pubblicato

2020-12-14

Fascicolo

Sezione

FOCUS - Pensare la didattica oltre la pandemia