Orchestrare azioni di sistema per il progetto di vita della persona con disabilità: prefigurazioni professionali del case manager

Autori

  • Nicole Bianquin Università degli Studi di Bergamo, Dipartimento di Scienze Umane e Sociali
  • Serenella Besio Ao

DOI:

https://doi.org/10.7346/sipes‐02‐2021‐03

Abstract

Il presente contributo si inserisce all’interno di un più ampio quadro di ricerca, innestato a partire da un progetto di ricerca-azione che ha preso avvio da esigenze di innovazione istituzionale presenti in un sistema locale di welfare, i cui attori si occupano di politiche sociali ed educative indirizzate all’area della disabilità adulta. Il progetto ha avuto l’obiettivo di sviluppare un nuovo modello interistituzionale di co-valutazione e co-progettazione per e con la persona adulta con disabilità, elaborato in contemporanea alla costituzione dell’Unità di Valutazione Multidimensionale della Disabilità e in connessione all’istituzione della figura del case manager (cm). Il percorso di ricerca-azione è poi confluito in un percorso di ricerca valutativa che ha l’obiettivo di analizzare e implementare il servizio stesso in un’ottica di un maggiore beneficio per gli utenti. Uno degli obiettivi specifici di questa seconda estensione del progetto è quello di indagare e approfondire il ruolo del cm, figura professionale attivata all’interno del percorso di ricerca-azione. Il presente contributo illlustra un introduttivo segmento che costituisce una iniziale riflessione per interpretare e costruire il profilo di questa figura, in termini di job description.

 

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-12-29