La lotta all’ingiustizia spiegata dai ragazzi ai ragazzi: il caso del Non tacere

Autori

  • Edoardo Puglielli

DOI:

https://doi.org/10.7346/PO-022021-24

Parole chiave:

Libri per ragazzi, Scrittura collettiva, Scuola 725, Educazione popolare, Dissenso cattolico

Abstract

Non tacere è un libro scritto da ragazzi e rivolto ai ragazzi pubblicato nel 1971 dalla Libreria Editrice Fiorentina. Gli autori del Non tacere sono gli alunni della Scuola 725, la scuola popolare attivata e retta da don Roberto Sardelli dal 1968 al 1973 nella baraccopoli romana dell'Acquedotto Felice. Il libro denuncia la condizione di profonda miseria in cui vivono sia gli abitanti della baraccopoli sia i poveri di tutte le società classiste. Ma espone anche una proposta ai ragazzi e agli insegnanti: la proposta di una scuola che insegna la forza della solidarietà fra gli sfruttati e gli oppressi e l'importanza dell'istruzione e della cultura nell'impegno collettivo all'edificazione di una società più giusta e più fraterna. L'articolo illustra i principali aspetti che caratterizzano questo singolare esperimento di scrittura collettiva.

##submission.downloads##

Pubblicato

2021-12-23