“Famiglie vulnerabili”: dal progetto P.I.P.P.I alla costruzione di relazioni autentiche

  • Rossella Certini

Abstract

L’articolo affronta il tema delle “famiglie vulnerabili” e analizza i risultati ottenuti dal programma P.I.P.P.I (Programma di Intervento per Prevenire l’Istituzionalizzazione dei Minori) in relazione alla realtà della città di Prato. Partendo da una riflessione di carattere storico sulle condizioni dell’infanzia e sul ruolo sociale che questa è venuta assumendo nel tempo, l’Autore ha sottolineato quanto la ricerca pedagogica attuale sia sensibile a queste problematiche, in accordo con la Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia. Il Programma P.I.P.P.I è attivo in Italia a partire dal 2010 ed ha come obiettivo creare una rete nazionale di supporto alle famiglie con bisogni “educativi” e “sociali”. Questo programma nasce presso l’Università di Padova in collaborazione col Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali. L’articolo si chiude con una serie di proposte concernenti la creazione di gruppi di sostegno familiari intesi come gruppi laboratoriali permanenti e dedicati non solamente alle famiglie bisognose.

Pubblicato
2018-12-31