La scuola nella letteratura per l’infanzia del secondo novecento. Spazio materiale e simbolico di una pedagogia eversiva

  • Francesca Borruso Pensa MultiMedia Editore

Abstract

Il contributo intende analizzare la narrazione della realtà del mondo della scuola presente nella letteratura per l’infanzia del secondo Novecento, sia come ambiente architettonico nel quale si condensa la forza della sua materialità educativa, sia come spazio simbolico dal quale emerge la funzione pedagogica perseguita dall’istituzione. La panoramica letteraria che il saggio intende affrontare è relativa al secondo Novecento, periodo caratterizzato da una profonda rivoluzione culturale che analizza criticamente sia le istituzioni educative sia l’ideologia occulta che ne condetermina la loro materialità e conformazione simbolica. L’immaginario letterario preso in esame mette sotto accusa la scuola che riproduce le discriminazioni sociali e di classe esistenti nella società inaugurando, così, uno sguardo inedito sulla scuola, come luogo di rinnovamento educativo. Le fonti letterarie proposte, così, svolgono un duplice ruolo: documentano uno scenario educativo reale e al contempo indicano una serie di modelli pedagogici eversivi rispetto all’esistente.

Pubblicato
2019-06-30