L’alfabetizzazione economica e finanziaria degli insegnanti della scuola italiana: una prima indagine sui futuri insegnanti della scuola primaria

  • Luca Refrigeri Pensa MultiMedia Editore

Abstract

La Strategia Nazionale per l'educazione finanziaria, assicurativa e previdenziale del 2017 ha
finalmente introdotto anche in Italia un coordinamento delle iniziative di alfabetizzazione
economica e finanziaria appartenenti principalmente al mondo bancario e assicurativo, la maggior
parte delle quali sono rivolte ad una popolazione generalista. Proprio sugli adulti è concentrata
l’attenzione degli studiosi, accademici e non, i quali si occupano piuttosto di evidenziare lo scarso
grado di alfabetizzazione finanziaria e meno di progettare attività di sensibilizzazione e
informazione degli aspetti finanziari, assicurativi e previdenziali. In questo scenario si deve rilevare
una forte mancanza di attenzione verso gli insegnanti sia nella rilevazione dei loro effettivi livelli di
alfabetizzazione economica e finanziaria e soprattutto nella offerta di formazione. E proprio sulla
mancanza di rilevazioni e analisi specifiche sul mondo degli insegnanti che si è intesa porre la
maggiore attenzione attraverso l’ideazione e somministrazione di un questionario rivolto agli
studenti del Corso di laurea magistrale in Scienze della formazione primaria dell’Università degli
studi del Molise. L’ipotesi sottostante il lavoro è che i futuri insegnanti non hanno livelli di
conoscenze e competenze economiche, finanziarie, assicurative e previdenziali adeguate a formare
nelle giovani generazioni una cultura in cui sia presente anche l’economico nel suo significato più
ampio; è pertanto necessario intervenire per colmare il deficit conoscitivo di base in ambito
economico e finanziario oltre che per sviluppare in essi competenze metodologico-didattiche più
adeguate alla formazione dei futuri cittadini economici.

Pubblicato
2019-06-30