Limiti, confini, attraversamenti: l’incontro con le famiglie

  • Monica Amadini

Abstract

La partecipazione della famiglia rappresenta un’area in cui i servizi sono invitati ad agire, al fine di garantire il pieno sviluppo di ogni bambino. Tuttavia, nonostante i benefici della co-responsabilità educativa siano ben noti, i rapporti con i genitori sono un fenomeno complesso e delicato, che assume una dimensione implicita.
Questa dimensione è raramente soggetta a riflessione e condivisione, ma ha comunque un chiaro impatto educativo.
In questa prospettiva, è fondamentale sapere come analizzare le pratiche e le rappresentazioni quotidiane.
In questo modo, difese, confini e conflitti possono diventare non solo ostacoli ma area di riflessione attraverso cui le persone e i contesti possono crescere. Utilizzando i risultati di alcuni corsi di formazione e ricerca, questo articolo intende presentare come l’alleanza educativa con le famiglie implichi un lavoro riflessivo sui confini e sulle esperienze. Mettendo in discussione le proprie azioni professionali e riconoscendo incomprensioni e resistenze, educatori e insegnanti hanno l’opportunità di stabilire i loro criteri interpretativi. Inoltre, lavorare
sugli aspetti impliciti e latenti del rapporto con le famiglie diventa uno strumento interessante per costruire una cultura educativa condivisa.

Pubblicato
2018-12-31