Physical Literacy e Stili d’insegnamento. Ri-orientare l’educazione fisica a scuola

Dario Colella

Abstract


L’educazione fisica nel curricolo della scuola primaria e secondaria è una
componente ineludibile del processo educativo del bambino e del giovane.
Il contributo dell’educazione fisica e delle attività motorie per la prevenzione
di abitudini sedentarie e lo sviluppo dei processi di apprendimento è
ampiamente evidenziato in letteratura. Physical literacy (PL), è un processo
di acquisizione e sviluppo di competenze motorie, attraverso cui la persona
esprime il proprio repertorio motorio, le proprie motivazioni e percezioni
di competenza, interagisce nel contesto socio-culturale. Il seguente articolo
si propone di studiare il processo di PL, per promuovere l’apprendimento
di competenze motorie attraverso stili d’insegnamento integrati. Si evidenzia
la necessità di ri-orientare gli interventi scolatici di promozione della
salute, attraverso le attività motorie e sportive, analizzando l’incidenza
degli stili d’insegnamento per lo sviluppo cognitivo-motorio-sociale dell’allievo.
In tal senso, emerge il bisogno di sperimentare nuove modalità organizzativo-
didattiche, attraverso cui svolgere le attività motorie scolastiche
(scuola attiva), ampliando le valenze interdisciplinari e trasversali, per promuovere lo sviluppo della qualità dell’educazione fisica con un costante
riferimento all’intenzionalità didattica.


Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.