Educazione allo sport: insegnante, istruttore o allenatore? Tra qualifiche e competenze

Ferdinando Cereda

Abstract


L’educazione fisica e lo sport contribuiscono alla crescita integrale della persona, indirizzano verso un salutare stato di vita e generano benefici fisici e psichici. La formazione di operatori socio-motori ad alto livello di qualificazione educativa generale e specifica è fondamentale.
Si pone una riflessione sui processi di formazione e qualificazione professionale degli istruttori sportivi, nonché dei contenuti, che dovrebbero formare le persone e, compito estremamente articolato, con l’attivazione di buone pratiche per il sociale, prevenire la dispersione scolastica, la disoccupazione, il reinserimento sociale e quello lavorativo.
La funzione dell’istruttore sportivo può essere descritta come una costante applicazione di conoscenze professionali interpersonali e intrapersonali al fine di migliorare le competenze, la fiducia, le relazioni delle persone in specifici contesti operativi.
Mentre gli istruttori possono sviluppare le loro competenze funzionali durante la pratica, quindi attraverso l’esperienza, le competenze relative ai loro compiti dovrebbero essere fornite nei percorsi formativi.
Per evitare un fallimento sul piano pedagogico e sul piano etico, i percorsi formativi e i relativi contenuti per gli operatori sportivi devono comprendere un ordine di idee e di strumenti, con delle linee metodologiche e operative interne a un progetto di educazione permanente e ricostruite secondo una nuova coerenza, attivando una proposta di attività motoria-sportiva polivalente, informata ad una chiara e precisa scelta culturale che pone al centro dell’esperienza la persona integrale.


Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.