Deboli o forti? Un “nuovo modo di pensare” nel XXI secolo La didattica per competenze come opportunità

Mario Caligiuri

Abstract


La società mediatica richiede un’urgente riforma dei processi educativi. Il
tentativo di introdurre la trasmissione delle conoscenze attraverso le competenze
potrebbe rappresentare uno stimolo per avviare in modo massiccio
dei cambiamenti necessari nella trasmissione dei saperi. Oggi si
richiede un apprendimento che duri tutta la vita, a volte molto distante
dagli insegnamenti statici che vengono impartiti nelle scuole e nelle università.
Infatti per chi svolge il ruolo di docente dovrebbero diventare centrali
discipline relative alle neuroscienze, ai meccanismi di funzionamento della
mente, alle tecniche di comunicazione efficace, alle ibridazioni tra uomo e
macchina, alle conseguenze sull’apprendimento a livello cerebrale dell’uso
delle nuove tecnologie, all’intelligence per selezionare le informazioni.
Saranno queste le vere competenze forti del futuro? Saranno questi gli ingredienti del “nuovo modo di pensare” necessari al XXI secolo? Si può partire
da queste intuizioni per ricostruire la democrazia attraverso l’educazione?


Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.