Multilateralità estensiva e intensiva, una necessaria integrazione in educazione fisica nella scuola primaria

Andrea Ceciliano

Abstract


La conoscenza multilaterale non può sussistere senza l’unilateralità del
sapere. L’integrazione dei due aspetti deve guidare l’educazione dei bambini,
anche in educazione fisica, soprattutto oggi dove le abitudini sedentarie
e l’assenza di tempo per il gioco libero limitano l’esperienza motoria nell’infanzia.
Il solo uso della multilateralità estensiva non riesce a sostenere il
completo sviluppo delle competenze motorie dei bambini e richiede un approccio
che integri anche la multilateralità intensiva verso ambiti specifici
del controllo motorio (equilibrio, differenziazione cinestesica, differenziazione
spazio-temporale, controllo ritmico). Lo studio che segue, realizzato
nella scuola primaria, evidenzia le necessità di integrare le due modalità
per garantire esperienze educative che possano sollecitare in modo efficace
e completo lo sviluppo delle competenze psico-motorie dei bambini.


Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.