Ripensare la didattica disciplinare attraverso il corpo ed il movimento

Barbara De Angelis, Philipp Botes

Abstract


Come testimoniano i dati forniti dall’Organizzazione mondiale della sanità,
nel mondo contemporaneo sono sempre maggiori i casi di giovani in
sovrappeso e obesi.
Tale problematica è stata affrontata anche dalle recenti disposizioni normative
in materia di istruzione e formazione (Legge 107/2015), attraverso un esplicito
rimando alla prevenzione dell’obesità, sottolineando l’importanza dell’educazione motoria e alimentare, poiché è proprio negli ambienti scolastici, infatti, che è possibile intervenire sulle abitudini del futuro cittadino del domani.
In che misura il processo di apprendimento-insegnamento entra in relazione
con la sfera corporea? Dopo un’introduzione più generale il contributo intende presentare alcune riflessioni, alla luce delle scoperte attuate in ambito internazionale che investono il mondo della scuola e che possono rappresentare degli spunti fondamentali di rinnovamento per la didattica
e la professionalità del docente.


Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.