Didattiche dell’educazione e delle attività motorio-sportive

Francesca Casolo

Abstract


La Didattica delle attività motorio-sportive ha come obiettivo il miglioramento dell’efficacia dell’azione del docente e come conseguenza diretta la riuscita dell’apprendimento cognitivo, sociale, emotivo e motorio nell’allievo. È la funzione più importante dei futuri professionisti educatori motorio-sportivi e non può essere ridotta alla sola capacità di spiegare, dimostrare e correggere
l’esercizio, l’attività o il gesto tecnico. Questi professionisti potranno ritenersi didatticamente preparati solo se sapranno gestire i seguenti ambiti di problematicità: a chi rivolgere la propria azione educativa, perché sia necessario
indurre stili di vita basati sull’attività motoria; quale attività motorio-sportiva proporre; dove e quando proporla; con quali strategie educative. Per rispondere a tali quesiti i futuri educatori dovranno possedere una diffusa conoscenza scientifica e culturale delle scienze motorie e sportive; un criterio didattico personale aperto ai risultati della ricerca scientifica e arricchito delle esperienze personali di insegnamento che consenta loro di saper programmare a breve, medio e lungo termine; la disponibilità e le competenze per instaurare una relazione efficace con l’allievo; la conoscenza delle principale forme di apprendimento motorio nonché le competenze tecnico-culturali per operare in un ambiente di apprendimento dotato di attrezzatura convenzionale ma anche non convenzionale; una progettualità di intervento educativo progressiva nelle difficoltà da superare e il più possibile inclusiva e individualizzata.


Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.