Outdoor Learning: percorsi di educazione alternativa in Terra d’Otranto

Anna Maria Colaci

Abstract


Il presente saggio propone un percorso di ricerca storico-educativa volto a varcare i limiti della spazialità delle istituzioni preposte all’istruzione, così come di metodi pedagogici che risultino slegati da una realtà strettamente dipendente dai sistemi politici. Una prassi educativa che esce dai canoni convenzionali dell’apprendimento dietro ai banchi di scuola, e che ha come obiettivo quello di mettere a contatto l’educando con l’ambiente in cui vive, è l’esperienza dell’outdoor learning; tale modello propone un “interscambio” tra docente e allievo su tematiche che riguardano l’ecologia, la salvaguardia ambientale e l’integrazione, portando il bambino a rapportarsi in maniera coscienziosa alla natura e alla sua protezione, in un modo decisamente diverso di imparare a conoscere la realtà circostante. A tal fine, si è pensato di studiare, alla luce delle teorie in materia, le varie realtà locali di Terra d’Otranto che hanno intrapreso un percorso educativo attinente all’ambito, andando ad analizzare i punti di forza e di innovazione nell’apprendimento.


Full Text

PDF

Refback

  • Non ci sono refbacks, per ora.


Creative Commons License
This work is licensed under a Creative Commons Attribution 3.0 License.